Tel. 0422.42.41.60
V.le Brigata Marche 33/G Treviso
info@infortunisticalanzi.it

Sinistro avvenuto all’estero

Se durante un viaggio all’estero in uno dei Paesi del Sistema Carta Verde  si è rimasti vittima di un incidente stradale provocato da un veicolo immatricolato e assicurato in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo, per chiedere il risarcimento dei danni subiti ci si può rivolgere al rappresentante nominato in Italia dall’impresa di assicurazione del responsabile del sinistro.

Per conoscere nome e indirizzo di tale rappresentante (c.d. “mandatario”), inviare apposita richiesta a:

CONSAP SpA – Centro di Informazione Italiano

Via Yser, 14 – 00198 Roma

fax: 06 85796270

telefono: +39 00 06 85796415 (nell’orario 9.00 – 17.00 dal lunedì al venerdì)

 

Come comportarsi nel caso di incidente avvenuto all’estero?

Nelle richieste devono essere indicati in modo chiaro tutti gli elementi utili a risalire ai soggetti interessati, come ad esempio data e luogo di accadimento del sinistro ed estremi dei veicoli coinvolti (targa del veicolo responsabile del sinistro, nazionalità, impresa di assicurazione del veicolo responsabile del sinistro, se nota).

 

Il D.L. n. 95 del 6 Luglio 2012 – convertito dalla Legge n.135 del 7 agosto 2012 – ha trasferito la tenuta del Centro Informazione Italiano a Consap alla data di subentro dell’ Ivass delle funzioni precedentemente attribuite a Isvap.

Il Centro ha il compito di fornire informazioni agli aventi diritto al risarcimento a seguito di un sinistro avvenuto in uno Stato membro diverso da quello di residenza causato dalla circolazione dei veicoli a motore immatricolati e assicurati in uno degli Stati dello Spazio Economico Europeo.

In particolare il Centro di Informazione:

  • detiene le informazioni relative alla copertura assicurativa dei veicoli stazionanti abitualmente in Italia;
  • detiene altresì le informazioni relative ai mandatari per la gestione e la liquidazione dei sinistri r.c. Auto nominati dalle imprese Italiane negli altri Stati dello Spazio Economico Europeo;
  • fornisce informazioni ai danneggiati sull’ impresa di assicurazione del veicolo estero responsabile e del suo mandatario in Italia, nel caso di sinistri accaduti all’estero;
  • fornisce informazioni ai danneggiati sulla copertura assicurativa de veicolo italiano che ha causato il sinistro.

N.B.:

Se l’incidente è provocato all’estero da un veicolo non immatricolato in uno dei Paesi dello Spazio Economico Europeo, l’applicazione della procedura sopra indicata non è possibile.

In questi casi, se l’incidente è accaduto in uno dei Paesi aderenti al sistema della Carta Verde, la richiesta di risarcimento potrà essere indirizzata all’impresa di assicurazione del responsabile del sinistro oppure al Bureau nazionale dello Stato di accadimento del sinistro se il veicolo che ha provocato il danno è immatricolato in uno Stato diverso rispetto a quello dell’accadimento.

——————————————————————————–

Elenco dei Paesi aderenti al sistema carta verde: Albania; Andorra; Austria; Belgio; Bielorussia; Bosnia Erzegovina; Bulgaria; Repubblica Ceca; Cipro; Croazia; Danimarca; Estonia; Finlandia; Francia; F.Y.R.O.M. (ex Repubblica Jugoslava della Macedonia); Germania; Grecia; Iran; Irlanda; Islanda; Israele; Italia; Lituania; Lettonia; Lussemburgo; Malta; Marocco; Moldavia; Norvegia; Paesi Bassi; Polonia; Portogallo; Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord; Romania; Serbia e Montenegro; Rep. Slovacca; Slovenia; Spagna; Svezia; Svizzera; Tunisia; Turchia; Ucraina; Ungheria.

Stati dello Spazio Economico Europeo: Paesi membri dell’Unione Europea + Norvegia, Islanda, Liechtenstein