Tel. 0422.42.41.60
V.le Brigata Marche 33/G Treviso
info@infortunisticalanzi.it

Intossicazioni alimentari e/o vacanza rovinata

Hai scelto il tuo hotel, pagato i tuoi voli e sei giunto a destinazione. Poi, dopo pochi giorni, hai inconsapevolmente mangiato qualcosa di cattivo e hai contratto un’intossicazione alimentare.

Non c’è niente di peggio che essere in vacanza ed essere confinati nella propria camera d’albergo a causa di una malattia così fastidiosa come l’intossicazione alimentare.

Se hai contratto un’intossicazione alimentare, dovresti prendere in considerazione di richiedere un risarcimento per il disagio subito durante le vacanze, per non parlare delle spese per gli antibiotici e del disagio per cercare di farti visitare da un medico. In più, c’è la possibilità di essere costretti a casa dal lavoro una volta tornati dalla vacanza, il che può comportare anche la perdita di guadagno.

Quindi, sei stato coinvolto in un incidente all’estero e hai subito dei danni, o facevi parte di un gruppo  che ha contratto la stessa intossicazione alimentare o malattia, potresti avere diritto a richiedere un risarcimento.

E’ sempre bene cercare di determinare dove la si può avere contratta per rendere la tua richiesta di risarcimento più facile.

Come spesso accade in vacanza, potresti avere mangiato in un certo numero di posti.  Il buffet dell’hotel può spesso esserne la causa: perché gli chef non curano abbastanza l’ igiene, le cucine sono sporche, il cibo rimane esposto per lunghi periodi di tempo nel ristorante.

In alternativa, la responsabilità  potrebbe essere addebitata a ristoranti, bar e bistrot locali. In ogni caso, il nostro Studio valuterà il caso e ti aiuterà a chiedere un risarcimento per il disagio patito a seguito di un’intossicazione alimentare.

Le intossicazioni alimentari possono far ammalare una persona o possono far iniziare un’epidemia in un gruppo di persone che hanno mangiato gli stessi alimenti contaminati e tende a verificarsi durante i pic-nic, nelle mense scolastiche o nelle grandi funzioni sociali e sagre paesane.

In questi casi, può capitare che il cibo venga lasciato fuori dal frigorifero troppo a lungo o le tecniche di preparazione del cibo possano non essere igieniche.  Infatti l’ntossicazione alimentare si verifica spesso dopo aver mangiato carne poco cotta, prodotti lattiero-caseari, alimenti che contengono maionese che sono stati conservati male ecc.

L’ intossicazione alimentare rimane una malattia piuttosto comune che colpisce circa una persona su tre ogni anno, ma essendo molto difficile provarla, prima analizzeremo i fatti e le circostanze in cui questa si sia verificata e valuteremo  l’eventuale responsabilità a carico del ristoratore o dell’organizzatore.

Una volta eseguita tale valutazione, in presenza di condizioni favorevoli, si procederà al recupero del danno subito